GIULIANO MIGNINI, IL MOSTRO DI PERUGIA Un pazzo che incastra la gente per “volere divino”

Il PM Giuliano Mignini, nato a Perugia, Umbria, il 13 Aprile 1950, e’ un mediocrissimo magistrato, una vera sciagura per il sistema giudiziario italiano, e un fanatico cattolico disposto a fare qualsiasi reato pur di far trionfare la cristianita’, che lui crede di servire.

Mignini crede che Dio gli abbia dato la missione di dover ripulire questo nostro mondo degenerato, in cui i giovani peccano, uscendo la notte per andare in discoteca, dove ascoltano un’orribile musica e si muovono in modo insensato. O addirittura fanno sesso, leggono fumetti perversi, celebrano “riti pagani” come la festa di Halloween, assumono “droghe” come gli spinelli. Tutte cose che, secondo lui, portano al delitto.

Inutile spiegare a Mignini che quelle sono solo innocue esperienze giovanili, o addirittura infantili, come nel caso di Halloween, perche’ per questo pazzo, invece, sono tutti strumenti con cui il Diavolo diffonde il male tra gli uomini.

Mignini, infatti, in pieno delirio mistico, teorizzo’ che Amanda Knox e Raffaele Sollecito avessero ucciso Meredith Kercher come rito di Halloween!

Gli rise dietro la stampa di mezzo mondo, persino il giudice gli consiglio’ di lasciar perdere certe fantasie. Ma non ci fu niente da fare, Mignini le deposito’, e sono agli atti del processo.

Quello che dovrebbe essere un magistrato, insomma, crede al Diavolo e al Male come entita’ metafisica, che lui, rappresentante delle “forze del Bene” e forte della sua “vocazione alla santita’”, e’ convinto di essere legittimato a combattere con l’uso della polizia, come lui stesso spiega nel delirante articolo Il Vangelo e la Forza.

Come tipico di certi pazzi, Mignini vede grandi cospirazioni dappertutto, vede tutto connesso, tutti i principali delitti italiani come facenti parte di un’unica grande trama ordita da poteri occulti al servizio del maligno.

Gli psichiatri hanno spiegato che Mignini ha tutti i sintomi del disturbo delirante, una psicosi cronica, non davvero curabile, ma che e’ possibile controllare efficacemente, a patto di riconoscere di averla.

Nonostante questo gli venga detto da tutti, pero’, Mignini non si interroga minimamente sul suo stato psichico. Anzi, in preda a mania di persecuzione, reagisce con violenza anche contro chi gli da’ saggi consigli.

Mignini e’ infatti un pericoloso pregiudicato a capo di una banda di poliziotti delinquenti (alcuni, come Monica Napoleoni, Lorena Zugarini e Stefano Gubbiotti, gia’ arrestati, per gli altri e’ solo questione di tempo) che scatena contro chiunque dovesse avere la sfortuna di capitare sulla sua strada o dovesse osare fare o dire qualcosa che lui non gradisce.

Per Mignini quelli che non sono d’accordo con una sua convinzione lo fanno perche’ fanno parte dei “poteri occulti” che sostengono il Male. Mignini, pertanto, avendo “l’officio regale”, come lo chiama lui, di “instaurare il regno di Dio e di Cristo”, si sente autorizzato, anzi, obbligato a far fabbricare prove contro i suoi critici dai suoi poliziotti, a farli arrestare, condannare o, se necessario, uccidere.

Dato che Giuliano Mignini sostiene solo assurdita’ –e ogni volta lo si capisce, purtroppo, solo dopo anni di processi, perche’ i giudici si fanno regolarmente abbindolare da lui e dai suoi complici– sono in molti a non essere d’accordo con questo imbecille regale. Cio’ per Mignini ha una sola spiegazione: non sono d’accordo perche’ fanno tutti parte di un grande complotto ordito contro di lui dai “poteri occulti”. A maggior ragione ne fanno parte i PM che lo indagano e i giudici che lo condannano. Giuliano Mignini, infatti, per aver perseguitato la gente con procedimenti penali e querele a getto continuo, e’ stato gia’ condannato una volta dal Tribunale di Firenze, che in 196 pagine di motivazioni lo definisce un delinquente.

Eppure e’ ancora in servizio, e continua a fare reati, esattamente nel modo descritto da quei giudici che lo condannarono dopo un lungo e approfondito processo.

Ancora per poco.

About these ads

About Tutto Migini

I am an American in Madrid, Spain. My job is translating into English and importing “vegetables” from Morocco… They say I’m a genius, I speak five languages! Hope to meet with Mignini at the Amanda Knox trial in Florence, it will be interesting to receive again some of his confidences….
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s